Il peso della vittoria a Serravalle è evidente: siamo sempre più vicini ai playoff e abbiamo vinto fuori casa uno scontro diretto’. Quanto coach Antonello Arioli aveva chiesto ai suoi alla vigilia del match di Tortona è diventato realtà.
Ho visto sprazzi di buona pallacanestro, soprattutto in attacco – commenta il tecnico salesiano -. I 47 punti dei primi due quarti testimoniano di una squadra che sta trovando con facilità la via del canestro. Abbiamo voluto mantenere il ritmo alto e scelto di farlo ruotando tutti i 12 ragazzi: credo sia stata la soluzione decisiva, anche se non facilmente ripetibile’.
Non è però oro tutto quel che luccica: ‘Rimango sconcertato dai momenti inspiegabili di blackout che anche in questa occasione non sono mancati. In difesa alcuni ragazzi non ne vogliono sapere di fare un ulteriore salto di qualità, e questo li rende giocatori limitati e poco utili alla squadra, soprattutto nei momenti importanti delle partite. È un vero peccato, per loro e per la squadra’.
Ora due match casalinghi, contro Bra e Casale. ‘Sono partite difficili ma alla nostra portata, mi aspetto più del massimo da parte di tutti’, conclude Arioli.