Il ricordo va al discusso finale della gara di andata e pure alle 4 accese sfide dello scorso campionato, le ultime due in semifinale. Ma alla palla a due di sabato alla Ballin (ore 21), nessuno avrà troppo tempo per pensare a quanto accaduto qualche mese fa a Bra né ai precedenti. ‘E’ una gara dai molteplici significati – sottolinea il coach della Crocetta, Antonello Arioli -. Vale per la classifica, vale per la consapevolezza, vale per una piccola rivalità sportiva che si è creata in questi anni, ma vale pure per la sete di rivincita che ci portiamo dentro dopo l’immeritata sconfitta dell’andata’.
Sappiamo di avere di fronte una squadra fortissima, dotata di carattere e grande capacità agonistica. Non sarà per niente semplice, ma chiediamo alla nostra partita un’elevata qualità tecnica e nel contempo anche durezza mentale. Vogliamo continuare a giocare la bella pallacanestro delle ultime giornate. Non so come finirà, una cosa però è certa: sarà un grande match!’.