Crocetta, penultima, ed Eridania ultima, una sola partita sotto, si presentano allo start della Ballin con l’intenzione dichiarata di dare seguito ai successi dei giorni precedenti sul Derthona. Ne viene fuori un match combattutissimo e ben giocato da entrambe, che ne ribadisce i progressi già evidenziati nelle precedenti giornate.
I salesiani mettono in fretta le cose in chiaro attaccando il canestro con incisive penetrazioni: 9-2 al 2′.
Il 13-6 è di Romano in 1c1, dopo un doppio cambio di direzione. Di Cellino il piazzato del 17-8 che al 5’ sembra dare una piega alla contesa. E invece l’Eridania si assesta, trova linfa da un’ottima circolazione di palla e da efficaci sponde, e grazie alle leve e alla rapidità a rimbalzo del lungo Ravera (suoi 14 dei 16 punti di squadra nel quarto), ritorna sotto: 17-16 al 9’.
I crocettini entrano in un tunnel fatto di tanti errori al tiro, tutti pagati a carissimo prezzo: Madon attacca senza pensarci troppo e realizza il 21-24 al 12’.
Poi Pini, autore, per energia scelte e precisione in fase conclusiva, di una prestazione clamorosa, ribalta in tre occasioni lo score dalla parte dei salesiani (al massimo sul 29-26). I punto a punto si mantiene fino al 32-30.
Cellino, l’altro match winner salesiano, riparte forte, segnando in percussione e poi da tre, ma la vera spina nel fianco della difesa ospite è ancora Pini, che si sbatte come un matto di difesa, ruba, corre e realizza il 44-37 del 23’.
Transizione segna contrasto di Cellino, Pini non si ferma neanche con le bombe, ancora Cellino e la Crocetta tocca per due volte il +11. E poi sempre con la premiata ditta Cellino-Pini (19 in due), anche il +15: 54-39.
in prossimità della mezzora si scatena Paolucci: i 6 punti in area avversaria valgono il doppio +16.
Il 60-44 che apre l’ultima decina sembra un vantaggio confortevole, però l’Eridania non ci sta, inizia a pressare alto e con un break di 12-0, con Madon e Ravera sempre protagonisti, torna a farsi minacciosa: 60-58.
Cellino affonda due volte, il colpo di grazia lo assesta il superbo Pini: suoi il 68-60 e poi il 70-63. La chiave nella toppa la gira Cellino con il 73-63.

DON BOSCO CROCETTA-ERIDANIA 73-65
Parziali: 19-16, 35-32, 60-44
CROCETTA: Paolucci 10, Conti, Constantin, Romano 9, Pini 23, Iacomuzio 2, Cellino 28, D’Amuri, Chiarlo, Stefanini, Dionisio, Lombardi 1. All. Quagliolo.
ERIDANIA: Ferroglio 4, Madon 17, Meneghello, Dellara, Ravera 33, Demateis 2, Schillaci, Mortarino, Destefanis, Bellinzona 7, Caudano, Lerro 2. All. Costa.