La prima partita dell’anno è sempre emozionante, la tensione, la preparazione alla partita, la calma e la quiete prima della tempesta sono da sempre un po’ turbate dalle sensazioni e dalle emozioni che un esordio regala a tutti. Al PalaBallin l’atmosfera è stata esattamente questa, il ritorno del pubblico sugli spalti, l’assaggio di un po’ di normalità che finalmente si può assaporare e che influisce, più o meno, sull’andamento della gara.

Sabato è arrivata Rivarolo che, spinta sicuramente dall’entusiasmo della prima storica partita in CGold per la società canavese, ha messo in campo tutta l’energia e la voglia per il loro esordio, accompagnata anche da un buon seguito di pubblico, ha tenuto testa per 3 quarti alla compagine crocettina.

 

All’inizio della partita la Crocetta, priva del suo neo capitano, Elia Andreutti, va sotto con un 4-0 che sottolinea l’emozione dei ragazzi di Franz Conti, che in quintetto schierava Possekel, Pasqualini, Ceccarelli, Boeri e Antonietti. Ceccarelli al ritorno con la maglia giallo-verde si regala un bentornata di tutto rispetto, mettendo a segno 10 dei suoi 15 punti finali, in un primo quarto pirotecnico per il classe 91 di Aosta.
A dar man forte alla guardia crocettina, ci pensa un altro ritorno e crocettino doc come Samuele Pasqualini, che dopo un inizio titubante macina punti su punti, con scorribande in contropiede e qualche 1vs1 fulmineo.

Dopo qualche minuto Antonietti atterrando dopo un rimbalzo patisce una storta alla caviglia che lo ha tenuto fuori per tutto il primo tempo, dove sotto le plance Galluzzo e Boeri hanno tenuto botta e con Zennato e Magnocavalli che giocate e sprazzi individuali mettono del fieno in cascina. Il primo quarto si è concluso sul punteggio di 24 a 21 dopo le risposte colpo su colpo da una parte e dall’altra.
Il ritmo della partita dopo un’inizio titubante, non si abbassa, anzi le squadre prendono ritmo offensivo e iniziano ad alzare l’intensità in difesa e sulla stessa falsa riga della prima frazione, dopo una prova di allungo della Crocetta, con Possekel e Pasqualini sugli scudi, all’intervallo il parziale è di 39 a 32.

 

Rivarolo non molla e si riavvicina alla ripresa della contesa, ma Antonietti ritornato in campo con la caviglia fasciata, inizia a fare la voce grossa sotto canestro, sia nella metacampo offensiva che in quella difensiva, accompagnato dal giovane Pagetto,  che con la giusta faccia tosta, mette a segno 8 punti nel suo esordio in prima squadra ed in CGold. La terza frazione finisce sul 60 a 54.
L’ultimo quarto la Crocetta alza il ritmo e Rivarolo non riesce più a rispondere ai colpi da oltre l’arco dei 3 punti e in contropiede, che i gialloverdi infliggono alla difesa canavesana. La partita negli ultimi minuti scivola verso l’epilogo, dove da segnalare c’è un altro esordio, quello di Andrea Barale, classe 2004, nato e cresciuto in Crocetta, che illumina ancora di più l’esordio di questo nuovo anno sportivo. La partita si chiude così sul punteggio di 88 a 69 per la squadra crocettina.

 

Marco Ceccarelli commenta così la prima partita di campionato dopo il suo ritorno:

Felici di iniziare davanti al nostro pubblico con una vittoria questo nuovo campionato.
Tutti i miei compagni sono stati bravi a dare il 100% per sopperire all’assenza importante del nostro capitano.
Dobbiamo ancora migliorare tanto. Ma lo faremo insieme, nel percorso.”

 

Don Bosco Crocetta Torino – Usac Basket Rivarolo [88-69]
(24-21, 39-32, 60-54)

Crocetta: Ceccarelli 19, Antonietti 15, Pasqualini 20, Zennato 6, Ugoccioni 3, Magnocavalli 6, Possekel 5, Boeri 2, Pagetto 8, Galluzzo 4, Andreutti ne, Barale. All. Conti