Alla vigilia coach Franz Conti si era detto desideroso di giocare il derby con la 5 Pari più che per il risultato in se per capire da un banco di prova così impegnativo a che punto era la sua squadra: ‘In preparazione alla gara ho chiesto qualcosa in più del solito ai ragazzi dal punto di vista tattico. Questo ci ha tolto un po’ di istinto, e lo si è visto: siamo stati sempre in ritardo di un secondo nelle rotazioni difensive e non siamo riusciti a dare la solita solidità al nostro sistema’.
Accusato il parziale che si è rivelato poi decisivo, la rimonta c’è stata ma si è fermata al -5: ‘Per la prima volta dall’inizio del campionato – aggiunge Conti – ci siamo trovati ad inseguire, non siamo abituati e ci è mancato un adeguato spirito di reazione’.
Non tutto il male comunque viene per nuocere: ‘Certo, vincere aiuta a vincere, ma la vera crescita avviene durante i momenti difficili. Le sconfitte servono proprio perché mettono in evidenza le cose su cui bisogna lavorare’.