Al Memorial Gontero, svoltosi nello scorso week-end all’Einaudi di Moncalieri, la giovanissima Crocetta ci era arrivata sulla spinta dell’entusiasmo del primo mese di preparazione e con una gran voglia di misurare l’attuale cifra al cospetto di tre avversarie accreditate ad un ruolo da protagonista nel prossimo torneo di serie C Gold.
Per quanto i risultati contino fino ad un certo punto ad un mese dal via del campionato, ne è venuto fuori un (per molti versi sorprendente) bilancio in pareggio – alla sconfitta in semifinale con Bra ha fatto seguito la vittoria nella finalina con il Serravalle – ma soprattutto è emerso più di un riscontro positivo e tanti spunti su cui lavorare.
Abbiamo affrontato due delle migliori formazioni del prossimo torneo di C Gold – sottolinea coach Franz Conti -. È servito tantissimo, soprattutto ai nostri giovani, confrontarsi con formazioni che giocano a questi livelli. E ci ha pure dato un riferimento concreto per capire dove siamo in questo momento e cosa ci serve per crescere e migliorare da qui al via del campionato’.
Diverse le criticità evidenziate dalla semifinale con l’Abet: ‘Abbiamo sofferto molto dal punto di vista fisico, poi, sul piano tattico, specie in difesa, il Bra si è dimostrato molto più avanti per quanto riguarda l’organizzazione. Questo ha messo in difficoltà il nostro attacco. Quello che conta è sempre la capacità di adattarsi in difesa, e nell’occasione noi lo abbiamo fatto male’.
Meglio la gara del secondo giorno contro il Serravalle Scrivia: ‘Tutti avevano una gran desiderio di rifarsi dopo la sconfitta con i cuneesi e in difesa abbiamo fatto un’ottima partita’.
La preparazione è a metà del cammino e qualche somma si può iniziare a tirare: ‘Ci alleniamo da un mese e si vedono già progressi – commenta con soddisfazione Conti –, in allenamento tutti i ragazzi ci stanno mettendo la giusta energia mentale e fisica, e questo ci fa ben sperare. Sono convinto che potremo crescere tanto nel corso della stagione’.