Per mezzora l’energia, la freschezza e la rapidità di esecuzione consentono alla giovanissima Crocetta di disporre a piacimento di un’Atlavir frastornata da tanto tourbillon. Male invece i salesiani nell’ultima frazione, quando la tensione cala a fronte della zone press avversaria.
Questa in soldoni l’amichevole della Ballin, che nel complesso regala ancora indicazioni di conforto a coach Tassone in vista del duplice esordio in serie D e in Under 18 Eccellenza.
All’avvio aggressivo dei rivaltesi, i gialloverdi oppongono corsa e tecnica: con l’andare dei minuti la circolazione si fa più efficace, la transizione a velocità sostenute consente anche di aprire spazi per i tiratori e il punteggio inizia a pendere deciso dalla parte dei padroni di casa.
Galluzzo – pure un antisportivo subito nel frangente – fa valere centimetri e posizione e il doppiaggio è cosa fatta sul 14-7. I salesiani pressano con insistenza e recuperano più volte, mettendo in mostra attenzione e reattività: di Cuccu dall’angolo il 18-7, ritoccato poco dopo per il 13-0 complessivo che segna il quarto.
Completamente fuori giri, l’Atlavir non sa opporre soluzioni: 25-9 alla sirena.
Ancora giro palla crocettino efficiente in avvio di secondo periodo: sugli scarichi, Magnocavalli e Gualdi colpiscono piedi-per-terra, dimenticati dalla difesa avversaria: 10-4.
L’Atlavir stringe un po’ di più le maglie e risale fino al 12-10.
La Crocetta però riparte, coinvolgendo Boeri: 19-12. Il distacco sale fino al +11 (24-13) dopo un recupero di Zennato per Cuccu.
Il finale di tempo è tutto degli ospiti, che, dopo la sosta di metà gara, sembrano animati da ben altro spirito: dopo un paio di vantaggi esterni, Gualdi riporta comunque la Crocetta al comando sul 5-3.
Alla zona rivaltese, i salesiani oppongono concentrazione dietro e precisione in avanti: Cuccu, ottima la sua prova, è l’anima del 15-0 che vale il 17-3.
Poi nei 3 minuti che portano alla mezzora la Crocetta si distrae e nel quarto conclusivo non riesce più ad esprimersi come in precedenza.
Sul 6-2 da lontano di Gualdi, l’Atlavir alza di colpo pressing e intensità, il resto lo fa la zona, attaccata dai padroni di casa con poca testa, gambe molli e percentuali scadenti.
I tagli dentro dei rivaltesi fanno tanti danni: 0-12 e situazione ribaltata: 6-14.
Nello scorcio che resta la Crocetta prova a darsi una scossa ma rimonta solo fino al -4.

DON BOSCO CROCETTA-ATLAVIR RIVALTA (89-62)
Parziali: 25-9, 25-18, 26-15, 13-20
CROCETTA: Caputo, Cuccu 16, Salvadori n.e., Valetti 3, Magnocavalli 11, Unia, Ugoccioni 2, Galluzzo 11, Zennato 3, Boeri 19, Pagetto 6, Regis 2, Gualdi 16. All. Tassone.