Vinta una prima volta ad inizio ripresa, poi persa nel quarto periodo, infine vinta per davvero. Ancora una volta abbiamo commesso troppi errori, però come in altre occasioni, c’è stata pure la voglia di reagire alle difficoltà. Non siamo stati belli ma va bene così’. Onesto quanto efficace il commento di coach Marco Grattini alla vittoria casalinga della Crocetta, la quinta su 5 incontri disputati nella seconda fase per il titolo, contro l’Arona Basket.
Inizio in controllo per i gialloverdi, in vantaggio nei primi due quarti, senza comunque riuscire a staccarsi.
Al rientro dalla pausa lunga la Crocetta si porta sul +9, poi però si spegne la luce. Arona cerca con lucidità il bravo Ruggerone, tattica che paga per tutto il corso della gara, e segna 20 punti nella frazione. Per contro i salesiani litigano con il canestro.
All’inizio del quarto periodo i punti di vantaggio dei lacuali sono 5. Diventano 7 nel giro di un paio di minuti, mettendo i padroni di casa con le spalle al muro.
Nel momento di maggior difficoltà la Crocetta serra le fila e gioca con il giusto atteggiamento, riducendo in progressione il ritardo fino al sorpasso del 39’.
Sul 55-53 a 24 secondi dalla fine gli ospiti non finalizzano una rimessa. Sul ribaltamento di fronte Rossetti è mandato in lunetta: lo 0 su 2 costringe i salesiani a difendere forte e bene nei rimanenti 8 secondi. L’operazione riesce e la sirena arriva come una liberazione.

DON BOSCO CROCETTA-ARONA 55-53
Parziali: 15-10, 30-23, 38-43
CROCETTA: Barbato 7, Besostri 3, Cian 5, Cellino 6, Costagliola 2, Romagnoli E. 2, Romagnoli D. 8, Rossetti 12, Savarino 10, Schettini, Vianello. All. Grattini. Ass. Luetto.
ARONA: Mossio 2, Garavaglia, Carelli 3, Pinton 2, Bellosta 5, Thiella 4, Chinello, Scolamacchia 4, Favero 8, Ruggerone 25. All. Bussoli.