Esamino superato. Va sempre preso tutto con la dovuta cautela, però. anche nello scrimmage (auto-arbitrato) della Ballin contro il quotato Collegno. la Crocetta mette in campo atteggiamento e caratura tecnico-fisica di cifra assoluta, giocando con idee, organizzazione e tensione che sono di positivo auspicio verso l’esordio in campionato.
I salesiani si aggiudicano due tempini, l’ultimo in maniera perentoria, a conferme pure di una già raggiunta condizione fisica e di tenuta atletica.
In sede di riassunto non si possono però omettere le assenze in casa collegnese di Draghici, Russano e Tuninetto, ovvero buona parte dell’ipotetico quintetto-base.
Difese protagoniste per tre minuti, poi Maino (tripla) e un pratico Antonietti aprono i fuochi: 9-2. La precisione salesiana nei passaggi lascia però un po’ a desiderare e il Collegno risale fino al pareggio: 11-11.
Una bomba di tabella di Portigliotti regala il primo vantaggio agli ospiti sul 13-14.
Si gioca sui blocchi, la Crocetta raddoppia con costanza su Trovato e dall’altra parte si procura due viaggi in lunetta, tirando a segno un solo libero. Di Pasqualini il salomonico pareggio del 10’ sul 16-16.
Trovato agisce da centroboa e tiene in apprensione la (comunque vigile) difesa salesiana per tutta la metà del secondo quarto. In attacco i ragazzi di Conti girano la palla con buona rapidità, giocano dentro-fuori alla ricerca della migliore soluzione, ma non sono lucidi in fase terminale dell’azione. Idem per gli ospiti: il 3-5 iniziale perdura così per parecchi minuti.
Lo sbloccano De Simone e il ‘caldo’ Antonietti, mettendo a nudo tutte le difficoltà collegnesi nei movimenti e negli accoppiamenti in avvicinamento al canestro: di Pasqualini, con una coppia di liberi, il 13-8.
Nel minuto e mezzo che manca all’intervallo la Crocetta segna solo dalla linea, ancora con Pasqualini, ma riesce a difendere il mini-vantaggio: 15-12.
Ancora tutto a cronometro fermo l’abbrivio della ripresa: 4-0.
Aggressiva e pronta negli aiuti, la Crocetta raccoglie falli e strappa con una pregevole assist schiacciato dentro di Pozzato per Bonadio: 7-2.
Poi si accende Chiotti e il Collegno si riporta davanti con un break di 0-7.
La replica salesiana è prontissima, corale e soprattutto di qualità, ma il canestro rimane un miraggio: il punteggio lo muove Pasqualini, solo dalla lunetta: suo il 4 su 4 che vale il 12-9.
Gli errori si pagano e il Collegno riparte con slancio: 12-14. Sempre dalla lunetta, di Giordana, il punto che porta al pareggio della mezzora: 14-14.
L’unico quarto parla solo crocettino. Visibilmente stanco e a corto di rotazioni all’altezza di quanto espresso dai cambi avversari, il Collegno assiste allo show di Pasqualini: tripla, entrata sopra le mani dei difensori, altra tripla, bissata poco dopo da Antonietti: 13-0 in 5’.
La seconda metà del quarto è tutta di Pozzato, che mette a frutto due precisi ribaltamenti e segna in diagonale, entrambe le volte da tre, il massimo vantaggio di tutto l’incontro: 25-10.

DON BOSCO CROCETTA-COLLEGNO BASKET (70-55)
Parziali: 16-16, 15-12, 14-14, 25-13
CROCETTA: Maino 8, De Simone 6, Paqualini 20, Antonietti 17, Possekel 2, Pozzato 6, Bonadio 8, Bonelli, Giordana 1, Andreutti 2. All. Conti.