Purtroppo non c’è partita alla Moncrivello.
Nei primi 3 minuti e mezzo la Crocetta segna un solo libero, la 5 Pari un canestro da due, ma nel successivo quarto d’ora i padroni di casa vanno a referto altre 29 volte, mentre gli ospiti rimangono all’asciutto tirando a salve contro la persistente zona avversaria.
La prima segnatura crocettina su azione, che è poi anche la successiva al libero iniziale, arriva quando all’intervallo mancano 90 secondi e vale il 31-3.
Nel secondo tempo la Crocetta non inverte il trend negativo e va incontro ad un passivo pesante.
Lo scarto pesante ci sta, c’è poco da aggiungere, ce lo siamo meritato – commenta il vice coach crocettino Claudio Maino – . Nell’analisi è utile dividerlo in due parti: una è legata alla nostra incapacità affrontare e reagire alle scelte strategiche sui due lati del campo adottate dagli avversari; l’altra alla mancanza di coraggio, legata forse ad insicurezza, all’incapacità di stare sul pezzo quando le cosse non vanno per il verso giusto. Nessun dramma, per carità, c’è tanto da lavorare, soprattutto sull’identità di squadra: non bisogna preoccuparsi dei numeri, sconfitte del genere ci possono anche stare dentro ad un percorso formativo come il nostro’.

5 PARI-DON BOSCO CROCETTA 70-26
Parziali: 16-1, 34-5, 55-16
5 PARI: Hernandez 2, Benzi, Pasero 14, Leva 6, Ragab 6, Barbieri 13, Tabureanu 8, Tahou 18, Bertazzo 3, Krarmi. All. Bronzin.
CROCETTA: Salomone 5, Brussino 2, Kertusha, Fogliotti, Pappalardo 2, Dario 4, Manca, Lino, Montafia 1, Diallo, Schirru 11, Rossano 1. All. Tassone. Ass. Maino.