La 5 Pari si conferma osso troppo duro per l’attuale Crocetta.
Come in occasione delle due gare di prima fase anche in quella dell’orologio i biancoverdi hanno la meglio con margine sostanzioso, anche se stavolta i ragazzi di Maino e Tassone danno l’impressione di avere accorciato un po’ le distanze, nonostante l’imprecisione al tiro.
Alla tripla bomba iniziale della squadra di casa, la Crocetta oppone un paio di conclusioni da dentro, un contropiede e una rapida circolazione contro il pressing: 9-8 al 4’.
Con il passare dei minuti però i gialloverdi faticano sempre più contro la zona aggressiva e chiusa dei padroni di casa.
Pur non brillando in fase offensiva, la 5 Pari raggiunge la decina di vantaggio dalla lunetta
poco prima della prima mini-sosta: 20-8.
Toccato due volte il+14, i padroni di casa arrivano al doppiaggio sul 32-16 del 15’ grazie all’insistito 1c1.
La Crocetta non gioca male ma continua a sbagliare troppo al tiro, pure dalla linea.
Sul 34-22 i crocettini si concedendosi più volte alle rigiocate avversarie: 44-24.
Nei rimanenti 14 minuti il ritardo si stabilizza intorno alle 18-20 unità.

5 PARI-DON BOSCO CROCETTA 65-45
Parziali: 20-8, 34-22, 52-31
5 PARI: Hernandez 4, Barberi 11, Benzi, Tabureanu 10, Pasero 1, Tahou 16, Leva , Ragab 5, Bertazzo 16, Borsello 2, Sanvincenti. All. Bronzin.
CROCETTA: Salomone, Brussino 2, Kertusha 2, Brugnati 6, Pappalardo 8, Nsir 7, Dario 4, Manca, Montafia 3, Mancini 4, Schirru 9, Rossano. All. Tassone. Ass. Maino.