Terzo stop di fila per la Crocetta, ko nell’anticipo di Casale Monferrato, dove è davanti nel punteggio soltanto in occasione della tripla di Magnocavalli che sblocca lo 0 a 0 di partenza.
La stanchezza per i tanti impegni ravvicinati inizia a farsi sentire nelle gambe e nella testa, ma i salesiani ci mettono nervi e cuore, non si fanno mai buttare del tutto fuori dalla partita ed escono dal campo con le mani vuote ma nel complesso riscattando almeno in parte, proprio con l’orgoglio, la debacle di 48 ore prima a Varese.
Nei primi 4 minuti segnano solo Magnocavalli e Da Campo: 3-3. I monferrini pressano senza mettere in grande difficoltà i portatori di palla dei salesiani, che cercano con insistenza il lato debole alla ricerca del miglior tiro. Senza trovarlo.
Anche la mira della Junior è comunque da calibrare e le difese schierate concedono poco pure a rimbalzo. Insomma, per farla breve, la palla non ne vuole sapere di entrare.
Segna solo Da Campo, che viola lo stallo lo stallo con due liberi, e poi dopo un rimbalzo troppo facile nel cuore della zona ospite: 7-3.
Per ovviare al pressing la manovra salesiana è perimetrale e non sempre precisa. Comunque Magnocavalli e Caputo trovano gli spazi che bastano per colpire sugli esterni: 7-7 all’8’.
Poi sale in cattedra Giombini e la gara volta in maniera decisa la prima pagina del copione.
Tanto con la palla in mano senza rendersi pericolosa, la Crocetta ci mette pure fretta e dietro non trova – e non lo farà mai nel corso dei restanti minuti – l’accoppiamento o la contromisura che le permetta di limitare Giombini.
Il lungo casalese controlla bene il corpo e colpisce ancora da sotto, quindi, nella battute iniziali del secondo periodo in caduta e poi ancora in virata.
Cuccu, il migliore dei suoi, cuce una pezza, ma la Junior tocca per due volte il +9.
Casale non dà respiro, la Crocetta ci mette scarsa lucidità e scivola all’indietro: bella palla dentro per Evangelisti, l’aiuto arriva dalla parte sbagliata e l’appoggiata è delle più semplici: 21-11.
Le successive perse ospiti sono punite da un tap-in schiacciato a due mani di Giombini e da una corsa senza freni di Avonto: 25-11 al 13’.
Tra il 14’ e il 15, contro la zona, il +14 è ritoccato per altre due volte dalla Junior: 27-13, 29-15.
I salesiani infilano un piede in mezzo all’uscio con una rapida ripartenza di Cuccu (29-19), presidiano ora meglio il pitturato ed eseguono con maggiore efficacia le chiamate d’attacco.
Ancora Cuccu, stavolta in entrata mano sinistra, riporta il ritardo torinese sotto le decina: 29-21 al 18’. Magnocavalli spara sul blocco e la partita sembra passare ad un nuovo capitolo: 29-23 (break di 0-8).
In piena fiducia, Magnocavalli piazza un’altra tripla rapidissima: 31-26 a poco più di un minuto dal riposo.
Istantanea la ribattuta casalese: di Sirchia i tre del 34-26.
L’intervallo spegne un po’ gli ardori crocettini e ributta sul proscenio Giombini: tra tiri corti e perse, i salesiani si ritrovano di nuovo a -11 senza quasi accorgersene: 40-29 al 23’.
La transizione difensiva si fa pigra e la Junior ne approfitta per andare via con Giombini, che è un muro da una parte e da applausi dall’altra nell’assist per il 44-31 di Da Campo al 25’.
Nel frangente la Junior è anche tanto Cappelletti: il sesto punto personale in 5 minuti porta il distacco a 15 lunghezze: 48-33.
Di nervi e di corsa la replica crocettina: Galluzzo schiaccia e subisce fallo segnando il libero, Regis legge bene i movimenti dei marcatori e mette dentro in arresto-e-tiro, Magnocavalli realizza un solo libero ma il distacco è di nuovo ad una sola cifra: 48-39.
Un paio di giri di difesa muscolare di Casale, che mette le mani e il corpo un po’ ovunque, e altre due iniziative personali di Giombini, e in un minuto i salesiani tornano nell’angolo: di Morando il libero del 57-39 al 29’.
Per un paio di volte – con Zennato e Galluzzo – la Crocetta risale a -12 nella prima metà del quarto periodo.
Dopo la schiacciata a rimorchio di Giombini per il +16 del 34’, la Junior alza un po’ il piede dall’acceleratore. Gli ospiti comunque sono ancora lì e con Cuccu scrivono il -10: 61-51.
Tutto di Sirchia il 5-0 che rompe il ritmo alla risalita: 66-51.
Cuccu non è uno che si arrende, i compagni lo seguono e nei 3 minuti conclusivi, la Crocetta fa segnare un parziale di 2-9 che rende più giusto il verdetto (e maggior merito alla prestazione gialloverde nel suo complesso).

JUNIOR CASALE-DON BOSCO CROCETTA 68-60
Parziali: 15-7, 36-29, 57-41
CASALE: Morando 1, Cappelletti 12, Bontempi, Avonto 2, Lomele, Sirchia 12, Galluzzi, Giombini 26, Evangelisti 2, Feng, Camara n.e., Da Campo 13. All. Mattioli.
CROCETTA: Cuccu 23, Galluzzo 9, Caputo 5, Boeri 1, Magnocavalli 9, Salvadori n.e., Pagetto 3, Gualdi 1, Zennato 5, Unia n.e., Regis 4. All. Tassone, Ass. Luetto.