Ce ne saranno molti altri nel corso della stagione, ma un primo esame, imponendosi sul difficile campo del Gravellona, la giovanissima Crocetta può dire di averlo superato. E a pieni voti.
Tanto per il risultato, perché vincere all’esordio assoluto (in pratica per tutti) tra i senior, qualunque sia la categoria, è comunque e sempre un riscontro d’eccellenza; ma soprattutto per il ‘come’ della vittoria, arrivata al termine di una gara tesa e tutta giocata sul filo dei nervi e del rasoio, con un rush finale che ha tanto il sapore di maturazione (per la maturità vera e propria la strada è però ancora lunga).
‘Buona la prima nel mondo dei grandi, è questo è già un bel traguardo e un punto di ripartenza, perché non c’è troppo tempo per gioire visti gli impegni ravvicinatissimi tra Under 18 e Serie D – sottolinea coach Guido Tassone – . Una bella partita in assoluto, forse girata dalla nostra parte con maggior energia quando siamo passati al cambio sistematico. Nota tecnica: abbiamo tirato ancora 10 su 21 da tre (con Valetti, 16 punti, autore di un lusinghiero 4/6 dall’arco, ndt), ma al contrario non abbiamo tirato bene i liberi. I 5 elementi in doppia cifra, senza avere nell’elenco i due realizzatori di lunedì scorso, è un’altra spunta importante, così come la presenza costante – vedasi la doppia doppia – e soprattutto da match winner di Galluzzo. Ma in generale bravi tutti a sopportare il carico di un debutto che nascondeva una camionata di insidie’.
La gara si dipana tutta sul più classico dei punto-a punto.
Il Gravellona presenta un pezzo da novanta come Sacco, arrivato nel corso del mercato estivo e ancora in grado di esprimere basket ad alto livello. Ma schiera anche altri elementi di esperienza come Guala e Stanzani.
In avvio è soprattutto Marzorati a creare i maggior grattacapi alla difesa salesiana. In un quarto scoppiettante (28-26 il parziale), i gialloverdi sanno come opporsi in entrambe le fasi del gioco trovando da Cuccu e Boeri i punti che li tengono sul pezzo.
Il batti-e-ribatti non ha soluzione di continuità anche nella secondo frazione. Precisa da lontano – dove infila la serie Valetti-Magnocavalli-Gualdi – la Crocetta tiene bene anche dietro, concedendosi in pratica solo alle iniziative di Carone: la seconda tripletta di Valetti, la quarta in generale della frazione, vale ai gialloverdi il +1 al riposo: 44-45.
Squadre vicinissime anche per tutto il secondo tempo.
Pagetto partecipa alla sparatoria, Sacco e Clerici tengono il Gravellona sopra di qualche punto, poi prima della mezzora Valetti centra altre due volte il bersaglio grosso per il 62-62 che apre l’ultima decina.
La retroguardia salesiana è ben piantata dentro al match, con le gambe e con la testa, anche se è costretta a ricorrere spesso al fallo: sono ben 11 i punti realizzati in sequenza dalla lunetta dai verbanesi a cavallo dell’ultima mini-pausa.
Marzorati prova a rompere l’incertezza a favore dei locali con una striscia di 8 punti, la Crocetta risponde di squadra e nei 2 minuti e mezzo conclusivi fa quadrato attorno a Galluzzo: d’impatto i 5 rimbalzi (sui 10 totali), freddo in occasione dei due viaggi in lunetta che spezzano una volta per tutte gli equilibri, mortifero nel chiudere l’azione che regala i due punti con il canestro dell’80-86.

IN CONTRO GRAVELLONA-DON BOSCO CROCETTA 80-86
Parziali: 28-26, 44-45, 62-62
GRAVELLONA: Dell’Orto 8, Ferraris 2, Lo Basso 7, Gavioli 10, Sacco 10, Clerici 15, Marzorati 15, Carone 11, Podico, Stanzani 2, Guala, Laidelli. All. Buarroti.
CROCETTA: Valetti 16, Cuccu 14, Ugoccioni, Galluzzo 14, Boeri 11, Magnocavalli 10, Salvadori n.e., Pagetto 6, Gualdi 7, Zennato 5, Unia n.e., Regis 3. All. Tassone.