Come anticipato in diretta sulle nostre pagine ufficiali Facebook e Instagram, nel pomeriggio di ieri Gianni Minà, uno dei massimo esponenti del giornalismo nazionale, è stato in visita all’Oratorio della Crocetta, che frequentò da adolescente .
Ad accompagnarlo in questo vero e proprio tuffo nel passato che ha toccato un po’ tutti gli angoli dell’Oratorio, c’era Don Gianni Rossi, uno dei decani dei Salesiani della Crocetta.
Quella di Minà, 81 anni lo scorso 17 maggio, non è stata soltanto una visita della memoria. Al seguito c’era una troupe tv che sta girando in questi giorni uno special proprio sulla vita del giornalista e conduttore torinese.
Frequentavo tutti i giorni l’Oratorio ma non ero un grande appassionato di pallacanestro – ha confessato Minà all’interno della sede del Basket Don Bosco Crocetta davanti alle coppe e ai cimeli esposti in bacheca -. Allora comunque, grazie all’opera di Valentino Ballin, il basket era uno dei fiori all’occhiello di tutto l’Oratorio Salesiano’.
E tale è rimasto’, ha chiosato Don Rossini, illustrando i numeri dell’attuale attività. Il tutto a telecamere rigorosamente accese.
Le riprese sono poi proseguite davanti al pannello in ricordo proprio dello Zio Ballin, quindi in palestra, dove si stavano allenando i 2008 (e pure loro avranno l’onore di essere inseriti per qualche secondo, da attori non protagonisti, all’interno dello special).
Minà e la troupe si sono soffermati per alcuni minuti lungo il cammino dei totem di recente installati a ricordo dei big player salesiani. Anche in questo caso riprese a tutto campo e in campo stretto, quando Minà e Don Rossini hanno concluso la loro chiacchierata.

?