Alle spalle ci sono giovani scalpitanti in uscita dal giovanile crocettino e che si spera possano seguirne appieno le orme. Ma nella stagione 2019-20 che scatterà tra poco più di 48 ore con la gara casalinga contro il Trecate, la ‘bandiera’ societaria sarà ancora lui, Alberto Giordana, classe 1987, alla terza avventura di C Gold di fila in gialloverde, dopo le parentesi a Carmagnola Pinerolo e Bra che per tre campionati lo avevano allontanato temporaneamente da …casa.
Il Basket Don Bosco Crocetta ne annuncia la ‘firma’ in vista dell’ormai imminente debutto in campionato: ‘Ufficialmente sono l’ultimo arrivato, ma in realtà non sono mai sparito dalla circolazione – scherza Giordana – . Mi sono tenuto in forma per tutta l’estate nel caso si fossero verificate le condizioni per “tornare” a giocare: per fortuna l’occasione è arrivata, ancora una volta dalla …mia Crocetta’.
Dai colloqui quotidiani con coach Franz Conti è stato definito il suo ruolo, sia sotto il profilo tecnico che sotto quello altrettanto importante dello “spogliatoio”: ‘Franz sa quello che può e deve aspettarsi da me e io da lui, quindi non ci sono volute troppe parole per trovarci d’accordo su tutto’.
I nostri giovani sono davvero forti ma dovranno dimostrarlo sul campo, e in questo si ritaglia la mia presenza, così come quella degli altri senior. La disponibilità c’è, da parte di tutti, e il gruppo è affiatato: non vedo l’ora di vederci all’opera quando conterà davvero. Non ci poniamo limiti, i risultati li valuteremo poi in primavera’.
I 32 anni le tante stagioni disputate non sembrano pesare: ‘La voglia di giocare – conclude Giordana – non mi è ancora passata e sono pronto a dare il mio contributo. La scaramanzia la fa da padrona, per cui niente proclami ma sicuramente ne vedremo delle belle!’.