Tre giorni dopo il ko a Moncalieri, la Crocetta torna alla vittoria passando sul parquet della Granda College Cuneo.
Partita molto diversa da quella dell’Einaudi quella che si sviluppa alla SportArea. I gialloverdi di Grattini e Tassone trovano le giuste misure sui due lati del campo strada facendo e la risolvono nella fase centrale del terzo quarto, per poi gestire fino in fondo il bottino messo da parte.
Grazie alla vittoria la Crocetta rimano in scia della capolista Campus Piemonte, passata senza problemi tra le mura amiche contro il Cus.
Ad una partenza crocettina a scarto ridotto, i padroni di casa della Granda College oppongono un energico e determinato: nel 5-2 del 4’ c’è molto del temuto Ceban e la panchina ospite preferisce fermare subito tutto e richiamare l’attenzione e registrare le marcature.
Al ritorno in campo, nonostante i numerosi errori al tiro, gli ospiti prendono in mano il punteggio per qualche minuto con le realizzazioni di Savarino e Cian: sul 6-8 però subiscono la replica dei cuneesi, che li trafiggono in contropiede e chiudono al 10’ avanti di 2 lunghezze.
Il margine cresce a 4 punti nei primi due minuti del secondi quarto, con la Crocetta ancora alle prese con problemi di mira e finalizzazione del gioco. Fortuna che la Granda non ne approfitta. Così la Crocetta si avvicina dalla lunetta e poi sorpassa con due percussioni, di Cellino e Trogu: 18-22.
La difesa ospite nel frangente è bene sul pezzo e si fa invalicabile, il Cuneo pasticcia e il break rimane aperto fino allo 0-10: 18-24 al 18’.
Il distacco crocettino si mantiene intorno ai due possessi nei successivi 5 minuti caratterizzati da molte conclusioni senza esito e da gran confusione per l’ardore che i dieci in campo ci mettono su ogni pallone.
Poi la Crocetta spiega le ali, raggiungendo il 28-39 al 25’ con Cellino, Trogu e Savarino.
La Granda non si dà per vita, si riorganizza e consuma parte dello svantaggio, fino al 34-41. Il tentativo è respinto al mittente ancora dalla difesa e dalla vena offensiva di Trogu e Savarino: 34-45 al 29’.
Da qui fino in fondo il vantaggio gialloverde si mantiene in doppia cifra, toccando al 37’ il suo massimo sul 45-61.
‘La seconda fuori casa nel giro di pochi giorni ha avuto un suo peso: in questo momento di questa strana stagione, la gestione fisica del doppio impegno agonistico settimanale è ancora più …impegnativa’, analizza coach Marco Grattini.
La preparazione alla partita è stata un po’ affrettata, e questo spiega la partenza contratta, anche se pure gli avversari hanno avuto difficoltà in avvio. C’è stata maggiore fluidità offensiva da parte nostra a partire dal secondo quarto, ma non siamo mai riuscire a strappare del tutto, contro un avversario scorbutico e coriaceo. Molti gli aspetti tecnico-tattici importanti da approfondire e migliorare per gli appuntamenti del girone di ritorno, che ci vedrà subito alla prese con altre due trasferte di fila’.

GRANDA COLLEGE CUNEO-DON BOSCO CROCETTA 51-63
Parziali: 12-10, 20-26, 35-45
CUNEO: Ceban 16, Rinaudo, Bianchi, Manfredi 14, Tamagno 2, Giusiana 15, Putorti, Brero, Saladini, D’Agostino, Zuppanelli 4, Bodino, All. Di Meo.
CROCETTA: Trogu 17, De Mita, Balma 2, Cellino 12, Cian 6, Gallino, Romagnoli D. 4, Romagnoli E., Savarino 20, De Girolamo 2. All. Grattini, Ass. Tassone.