Insolita la collocazione casalinga settimanale, di giovedì. Insolito l’orario, le 21.15. La speranza è che le anomalie si fermino qui e che la Crocetta faccia valere i favori di un pronostico che portano in dote la classifica, l’esperienza, il tasso tecnico complessivo e pure il fatto di ospitare.
Come è ormai d’abitudine, la frase fatta a corollario della presentazione è che non sarà facile. Savigliano sabato scorso ha confermato che il refrain, per quanto scontato, trova sempre fondamento nella realtà e che va tenuto ogni volta ben fisso nella testa, da parte di chi gioca e pure di chi legge.
La giovanissima Casale Basket ha 16 lunghezze in meno della truppa di Conti, ma 4 dei 6 punti attuali li ha conquistati proprio negli ultimi due turni: dopo 3 mesi a bocca asciutta, i biancoblu hanno rivinto anche in casa contro il Canestro Alessandria, unica formazione che finora hanno sconfitto in trasferta, e poi, sempre al PalaFerraris, 6 giorni fa, hanno messo al tappeto una squadra che viaggia in piena zona playoff come la Ginnastica.
I monferrini sono una delle formazioni che meno ha da perdere e tantissimo sempre da guadagnare in ogni gara che gioca nel campionato. E come tale vanno presi in assoluta considerazione, come, se non più di quanto accaduto con il Savigliano. E se ci fosse bisogno di attestati ulteriori, basti guardare all’andamento della partita di andata.
Dal PalaFerrua sabato scorso la Crocetta ha portato casa i due punti, e questo conta, ma la prestazione non è stata all’altezza, dello standard stagionale e più in generale delle potenzialità a disposizione.
Domani si può e si deve fare meglio: per sfruttare al massimo un turno sulla carta favorevole (la capolista Trecate riposa, Collegno e 5 Pari incroceranno le armi sabato sera in un derby che promette scintille); ma anche per approcciare il successivo ostico trittico Serravalle (dentro)-Borgomanero e 5 Pari (fuori).