La Crocetta non viaggia a pieni giri del motore, ma quanto esprime basta e avanza, e con gli interessi, per venire a capo di una combattiva Pallacanestro Biella e mantenere la vetta della classifica del girone.
Difese chiuse e attacchi che faticano ad ingranare in avvio.
Qualche persa di troppo e l’imprecisione sotto misura dei salesiani mettono il pallino del match nelle mani dei lanieri, che lo tengono grazie a tre di Leonardi e ad un canestro di Atripaldi scaturito da una rimessa dal fondo: 3-9.
L’ingresso di Cellino alza di colpo la produttività offensiva gialloverde: suoi i 4 punti per il 7-9 del 5’.
La retroguardia si concede ancora ai tagli dentro, ma la Crocetta ora è concreta e agguanta la preda grazie a Rossetti, autore del pari e poi del primo sorpasso di giornata, tutto di corsa: 13-11.
Svuotata l’area avversaria, la formazione salesiana opta ancora per l’1c1 frontale di Rossetti, ma Biella ribatte colpo su colpo. Alla tripla di Leonardi del 13-16, i torinesi oppongono un backdoor del presentissimo Rossetti per il 17-16 della prima micro-sosta.
La seconda frazione ha due facce. Poco attenta dietro sui movimenti in avvicinamento di Varolo (5 di fila), la Crocetta è troppo statica sull’altro lato del campo, dove ci prova soltanto da lontano e pure senza la dovuta convinzione.
Sul mini-break di 0-6 per il 20-23 del 13’ però entra in partita Savarino e per gli ospiti son dolori: il nuovo sorpasso arriva sul 25-23.
Trogu si fa largo in penetrazione centrale, Savarino sbaglia qualche libero di troppo (0 su 4 nel frangente) ma si fa ampiamente perdonare a palla viva: suo il 33-26, suo un pregevole assist dritto per Rossetti, suo il 37-28 del 18’ dopo aver fatto saltare il difensore.
La gara sembra prendere una piega, ma Biella non ci sta e a cavallo del riposo non solo colma le distanze, con De Stefani, ma passa pure a condurre con Varolo: 37-38.
Per qualche giro di lancette la Crocetta costruisce poco e fatica a fare tutto, anche se si tiene comunque davanti: 43-38 con tabellata da lontano di Cellino.
La spallata decisiva la piazzano qualche secondo dopo Balma, Cellino (altri tre) e due iniziative in fotocopia di Cian: 52-42.
Biella vacilla, le entrate laterali di Cian e Rossetto la spediscono lontano a 15 punti al 28’: 62-47.
Toccato anche il +16 con Cian in chiusura di terza frazione, la squadra salesiana è assoluta padrona della situazione negli ultimi dieci minuti: Trogu riscrive il distacco a +17, per un paio di minuti gli ospiti sembrano averne ancora, poi però crollano, piantandosi a quota 55.
La stanchezza fa commettere tanti errori in attacco e costringe i lanieri a frenare i salesiani con il fallo: nel 10-0 che sfocia nel 78-55 del 38’c’è più di un libero gialloverde.
Nel finale gloria anche per Schettini, autore della bomba del conclusivo 81-57.
Partita giocata bene da entrambe ed equilibrata per 22 minuti – commenta coach Marco Grattini -. Per noi é stata l’occasione di provare ad accentuare ulteriormente la distribuzione delle responsabilità. L’obiettivo da perseguire è quello di dare ancora maggiore scioltezza alle soluzioni corali. Però nel complesso siamo andati bene, come già era capitato nell’impegno amichevole infrasettimanale contro la Selezione piemontese 2006’.

DON BOSCO CROCETTA-PALLACANESTRO BIELLA 81-57
Parziali: 17-16, 37-32, 65-49
CROCETTA: Trogu 6, Barbato, Cian 11, Costagliola, Cellino 10, Gallino 5, Romagnoli D., Rossetti 22, Savarino 12, Schettini 3, Vianello n.e., Balma 12. All. Grattini, Ass. Luetto.
BIELLA: Atripaldi 2, Zanellato, Leonardi 18, De Stefani 10, Moscatelli 15, Barbera, Faraci 3, Perotti 2, Pastorello n.e., Varolo 5, Napolitano 2. All. Finetti.