Nessuna sorpresa alla Ballin. La capolista, imbattuta e solitaria, Collegno fa valere la legge del più forte e si impone con netto margine su una Crocetta volenterosa e combattiva nonostante il distacco assuma proporzioni decisive già nel finale del primo quarto.
Fisica e strutturata, ma anche di valida caratura tecnica, la compagine ospite, guidata in panchina dall’ex Querio, prende in fretta il comando delle operazioni. Al 2-0 iniziale i biancorossi replicano con un secco 0-9.
I crocettini, nettamente inferiori sul piano fisico, mostrano coraggio non indifferente e provano a dare ritmo alla partita.
Impreciso ai liberi, il Collegno domina a rimbalzo difensivo e riparte di slancio, utilizzando anche l’arma del pressing a tutto campo per smorzare sul nascere la manovra avversaria: tante le rigiocate, ma tantissimi gli errori al tiro ospiti, specie da sotto.
Romano trova così il 2+1 che, malgrado le persistenti fatiche a battere il pressing, tengono i salesiani in linea di galleggiamento: 5-9 al 6’.
Poi nei 4 minuti che portano alla prima mini-sosta gli ospiti assestano meglio la difesa e vanno in fuga: 8-22.
La Crocetta lotta con tenacia, si fa aggressiva e si riporta in cifra singola al 13’, costringendo più volte i collegnesi al fallo: 15-24.
Davanti comunque c’è sempre saldamente la formazione biancorossa, che sbaglia una quantità impressionante di conclusioni – anche a cronometro fermo – ma riesce ad andare al doppiaggio sul 15-30.
Per tre volte sul +17 a cavallo dell’intervallo, il Collegno va oltre quota 20 sul 27-48 del 24’.
Il ritardo salesiano si stabilizza nei 5 minuti che precedono la mezzora (4-3 il parziale), ma il periodo finale è ancora un’escalation collegnese, con Cellino ed Ingrosso che si danno un gran daffare per contenere i danni.

DON BOSCO CROCETTA-COLLEGNO BASKET 48-73
Parziali: 10-22, 24-39, 33-55
CROCETTA: Constantin, Chiarlo, Cellino 18, Pini 2, D’Amuri 4, Ingrosso 10, Romano 7, Conti 1, Dionisio 1, Lombardi 4, Paolucci 1, Stefanini. All. Quagliolo. Ass. Caputo.
COLLEGNO: Raverta 7, Belakov 8, Nigro 4, Gasparini, Saitta 2, Carnovale 4, Di Sarò 4, Milone 9, Destino 9, Masci 7, Bergo 3, Maiorano 16. All. Querio.