Un mese dopo la Crocetta non si ripete. Al PalaBallin stavolta vince Collegno e i gialloverdi incassano il secondo stop s altrettante gare del girone Titolo.
Giusto il tempo di saltarsi e gli ospiti ci provano già: con una tripletta di Lissiotto.
La Crocetta sconta assenze importanti e fatica a trovare un equilibrio, e il Collegno va via deciso grazie all’intensità e all’energia che ci mette in ogni cosa che fa: al 12’ i punti di vantaggio dei biancorossi sono già 14, diventano 17 poco dopo su un’altra bomba, di Droetto, e poi 19 su un contropiede di Cerruti: 12-31 al 13’.
In grossa difficoltà contro la fisicità avversaria e pure alle prese con un metro arbitrale piuttosto permissivo, la Crocetta le tenta tutte per invertire il trend. Un tecnico per proteste fischiato alla panchina riesce in parte nell’intento e cambia un po’ l’inerzia: la difesa ospite si concede in pratica solo dal perimetro e rimane invalicabile ma i falli adesso fioccano e i gialloverdi limano qualcosa dalla lunetta: 17-32.
Il Collegno continua ad attaccare il ferro con decisione, corre bene la transizione difensiva e costringe la Crocetta ad attacchi a zona schierata e a forzature nelle conclusioni.
Tre di Zennato e il distacco si accorcia -15, gancetto di Boeri e arriva a-12 al 18’.
Recupero e contropiede di Gualdi e il divario è dimezzato a 90 secondi dalla sosta lunga: 27-37.
Il terzo quarto comincia all’insegna degli errori. Il Collegno si fa vedere a rimbalzo nell’area di casa e si guadagna rigiocate e falli, ma è impreciso dalla lunetta.
Dopo 3 minuti di digiuno totale, la squadra ospite riparte, complice qualche disattenzione difensiva di troppo della Crocetta: 29-45.
Nel giro di un minuto Mortarino e Del Nevo segnano da tre dalla stessa diagonale: 33-53 al 27’.
Magnocavalli non ne vuol sapere di alzare la bandiera della resa, Boeri lo asseconda e nel giro di un paio di minuti, tra il 29’ e il 31’, la Crocetta si riporta per due volte a -11; 42-53, 44-55.
La risalita non si ferma qui: tre di Gualdi dall’angolo sinistro fanno 49-58.
Manca un’eternità, ma il Collegno risistema in fretta le cose andando ancora in 1c1. Il resto lo fa la zona, contro cui i gialloverdi tornano a faticare: in meno di due minuti gli ospiti riprendono la via della fuga con un break di 0-7 che li riporta a distanza di sicurezza: 49-65.
La Crocetta accusa il colpo ritrovandosi anche a -18, ma non molla e, trascinata da Gualdi e Zennato, nel finale rende più contenuto il distacco.

DON BOSCO CROCETTA-COLLEGNO BASKET 62-73
Parziali: 10-22, 29-39, 42-55
CROCETTA: Caputo n.e., Pagetto 4, Penna 9, Boeri 12, Magnocavalli 8, Barale 2, Salvadori, Gualdi 14, Zennato 13, Regis. All. Conti. Ass. Luetto e Bonelli.
COLLEGNO: Bertolo 3, Laterza, Ferro 5, Villata 2, Framarin 14, Del Nevo 6, Mortarino 19, Droetto 3, Utieyin 8, Cerruti 6, Lissiotto 7. All. Roselli.