Con uno sprint da centometrista nei due minuti prima della mezzora, la Crocetta torna ai due punti superando alla Ballin il Trino e si mantiene nelle zone alte della classifica del girone A di serie D. Prestazione in ottovolante quelle dei salesiani, che riscattano solo in parte, sul piano del gioco e della mentalità, i ko della settimana prima sempre in D con Aosta e quello di poche ore fa in Under 18 Eccellenza a Vado Ligure.
Nel primo quarto – davvero troppi gli errori (non procurati) al tiro e altrettante le disattenzioni in fase di marcatura – e poi nel finale di gara, a risultato già ipotecato, i ragazzi di Tassone mostrano soltanto a sprazzi atteggiamento e giocate adeguati alla categoria e al loro potenziale complessivo.
Tre di Gualdi e un pregevole assist di Boeri per Magnocavalli portano subito il sole in casa crocettina: 5-0. Ma le nuvole sono in agguato.
Dopo qualche minuto a tarare la zona e a faticare in fase di uscita dalla metà campo, il Trino si fa intraprendente: Cambursano ci mette il fisico e confeziona il sorpasso al 4’ con il tiro laterale del 5-6. Preso coraggio, gli ospiti beneficiano della persistente sterilità offensiva dei torinesi per prolungare il break a 0-9 con Loughlimi.
Appena riescono ad alzare le cadenze, i gialloverdi si rendono più insidiosi e soprattutto efficaci: backdoor di Galluzzo per Gualdi e pareggio sul 9.
Ancora qualche sbavatura nei 2 minuti prima del 10’, poi nelle battute di apertura del secondo quarto la Crocetta ribalta tutto dalla sua con una tabellata da tre e un successivo piazzato di Caputo e una difesa ai 24 secondi. La ‘testa’ dei padroni di casa sembra diversa dal primo quarto: due iniziative al ferro di fila di Cuccu mettono finalmente in ritmo l’attacco, la zona fa il resto e spinge il Trino in un angolo: 25-18 (7-0 il totale).
Piano piano, partendo dal dinamismo espresso dalla 2-3 e dai recuperi (anche se il quoziente di concretizzazione non è alto), i salesiani vanno via: tiro aperto di Valetti ben costruito dalla circolazione di squadra, poco dopo lo stesso esterno è perfetto dalla linea e il vantaggio crocettino scrive la doppia cifra tonda: 30-20.
Qualche titubanza nel finale di tempo contro la zona chiamata a sua volta dai vercellesi, la Crocetta appare più sciolta dopo l’intervallo: i canestri di Gualdi, di corsa, e di Valetti e Boeri, a difesa schierata, permettono ai salesiani di sopravanzare di 8-9 punti. Poi però l’attacco s’inceppa di nuovo, all’improvviso, e gli ospiti, più aggressivi e robusti negli accoppiamenti con il passaggio a ‘uomo’, tornano a farsi vedere: 35-30.
Caputo da tre, e Gualdi, altri due liberi, ristabiliscono comunque il +10.
Il Trino è meno lucido e la Crocetta lo colpisce in avvicinamento con Ugoccioni e Caputo, bravo a recuperare a metà campo e a correre più veloce del difensore per il 46-31 del 28’.
Un doppia chiamata in post per Galluzzo è tradotta nei 4 punti in appoggiata per il massimo vantaggio crocettino al 32’: sul 53-35 e, visto pure che il Trino fatica a rientrare e sparacchia da tre nell’affannosa ricerca di una …corda a cui aggrapparsi per risalire, la gara sembrerebbe avere detto tutto.
E invece, sul 59-42 del 36’, la Crocetta abbassa di colpo la guardia, dando una sostanziosa mano alla mini-rimonta biancoblu: 59-51 in poco meno di due minuti. La toppa la cuce Gualdi, autore della bomba che mette in garanzia la vittoria: 65-51.
Nel minuto conclusivo un tecnico e un antisportivo contro gli ospiti consolidano il margine a 16 lunghezze.

DON BOSCO CROCETTA-PALLACANESTRO TRINO 68-52
Parziali: 11-14, 30-25, 49-35
CROCETTA: Valetti 10, Cuccu 6, Ugoccioni 5, Caputo 14, Boeri 4, Magnocavalli 2, Gualdi 21, Zennato 2, Galluzzo 4, Regis, Del Balzo, Unia. All. Tassone. Ass. Luetto.
TRINO: Larizzate 2, Penna, Merlo 4, Deandreis, Cambursano 7, Diop 4, Marangon 17, Bovio 1, Loughlimi 17, Girardi. All. Tricerri.