Il risultato parla da solo. Alla quarta gara in 13 giorni tra serie D e Under 18 Eccellenza – tre vittorie e una sconfitta all’ultimo secondo, o quasi, il bilancio – la Crocetta fatica a darsi continuità offensiva nel primo quarto, scontando più demeriti propri (ad esempio delle 10 triple a referto, solo 2 arrivano nei primi 20 minuti) che reali meriti altrui. Ma poi, sorretta da un sistema arretrato che più solido non si può, molla gli ormeggi e, nonostante qualche distrazione di troppo a livello individuale – il gioco di squadra è invece nel complesso sempre più che attendibile -, nella mezzora conclusiva naviga indisturbata in acque tranquille.
I tempi dei gialloverdi sono quelli giusti, il canestro però non arriva per imprecisione al tiro lungo tutto il corso di un primo quarto dai rarissimi spunti tecnici. I ragazzi di Tassone svuotano l’area e ci si buttano dentro, portandosi sul 6-1 con il positivo Valetti.
Poco precisa da fuori, la Crocetta si vede risucchiare sul 6-5, scontando un paio di disattenzioni in marcatura. Il Galliate si chiude a riccio a protezione della retina, ma dall’altra parte non segue mai il tiro e concede rimbalzi difensivi facili, e quindi tanti possessi, ai padroni di casa. Che con l’andare dei minuti si fanno più concreti.
Di Gualdi, sulla sirena dei 24 secondi, l’11-7 dell’8’.
Due perse salesiane nel minuto finale del quarto sono compensate dagli errori avversari e da due canestri di fila di Valetti: prima da lontano, quindi in contropiede solitario dopo un recupero a metà campo: 16-9.
Per primi 2 minuti del secondo periodo il punteggio rimane fermo, con la Crocetta, sempre alle prese con la discontinuità nelle soluzioni, a cercare la profondità senza mai trovarla, anche se lontana dal correre eccessivi pericoli dietro. Con caparbietà gli ospiti lavorano sulle linee di passaggio e sulle rimesse, ma si piantano a quota 12.
La vampata crocettina che segue è quella decisiva: la ispirano le realizzazioni di Boeri e Gualdi: 26-12.
Azione ben costruita per il taglio dentro di Galluzzo, Cuccu è perentorio a rimbalzo offensivo e poi in fase di attacco al ferro, Pagetto ci mette una stoppata, il Galliate tante timidezze e il doppiaggio è reiterato: 28-14, 32-16.
Nei due minuti che portano al riposo Galluzzo scrive +15 con un gioco da tre punti e solo qualche ingenuità non consente alla Crocetta di prendere già la via della fuga.
Alla ripresa il Galliate sembra meno timoroso e inizia fare capolino nell’area di casa: 36-26 con 4 punti filati di Saia.
L’atteggiamento intraprendente degli avversari è giusto stimolo per i salesiani, che alzano di colpo i ritmi e viaggiano a mille all’ora: Gualdi segna in entrata e il libero aggiuntivo per il fallo, poi da tre dallo spigolo destro, quindi ancora da tre. stavolta dal palleggio: 45-28.
Lo scossone atterra i novaresi che incassano ancora, da Valetti (doppia bomba) e Galluzzo (dopo rimbalzo offensivo). Magnocavalli cresce di tono, Zennato (coppia di liberi) e Cuccu (2+1) riscrivono il distacco a 24 lunghezze: 58-34 al 29’.
La sirena della mezzora archivia un quarto gialloverde da 24-12, frutto di 12 punti da oltre l’arco.
Nella decina che resta i crocettini vanno oltre contro il tentativo di zone press galliatese, toccando per tre volte il +34.
In virtù del successo e in attesa del completamento del secondo turno, i salesiani sono leader solitari del girone: soddisfazione temporanea, ma pur sempre (piccola …grande) soddisfazione.

DON BOSCO CROCETTA-BASKET GALLIATE 80-52
Parziali: 16-9, 36-22, 60-34
CROCETTA: Valetti 22, Cuccu 9, Ugoccioni, Galluzzo 9, Boeri 4, Magnocavalli 13, Salvadori, Pagetto, Gualdi 19, Zennato 4, Unia, Regis. All. Tassone.
GALLIATE: Colombi, Picetti 6, Aula 9, Scaglia 1, Gasparini, La Micela, Turano 3, Saia 15, Cursio 2, Salvato 6, Pollastro 10. All. Novarina.