Un primo tempo alla ricerca vana del ritmo e dell’equilibrio, poi nella fase centrale del terzo quarto un parzialone nel giro di un paio di minuti riapre il conto. Ma la Crocetta non ha la forza di girare dalla sua la stracittadina giocata sul campo della Ginnastica e deve alzare bandiera bianca per la seconda volta di fila.
Subito gran ritmo e rapidi ribaltamenti di fronte. Lo 0-2 iniziale di Molinario è l’unico vantaggio gialloverde dell’incontro.
Fantolino griffa l’avvio dei Reali, che presidiano in maniera impeccabile l’area, costringendo gli ospiti sul perimetro, e ripartono in velocità, attaccando con impeto il ferro in 1c1.
Anche se concede poco o nulla a rimbalzo difensivo, la Crocetta fatica a prendere le misure delle giocate offensive e non muove lo score per qualche minuto. Sull’8-2 Maino rompe finalmente l’incantesimo con una tripla frontale.
Il pallino è però sempre nelle mani dei padroni di casa, sempre più intraprendenti con il passare dei minuti: i biancoblu toccano per due volte il +6, prima con un coast to coast di Akoua e poi con un gancio di Orlando: 15-9.
Grande l’energia che ci mettono i Reali, con Pirani che si fa largo da sotto e mette a referto il 2+1 che vale il doppiaggio all’8’: 18-9.
I salesiani provano scuotersi con un paio di giochi a due ben congegnati, ma difettano ancora in continuità realizzativa: Orlando li punisce in entrata con l’appoggiata del 20-11 al 9’, quindi Fantolino pesca la difesa ospite fuori equilibrio e assiste Pirani per il nuovo doppiaggio sul 22-11.
Lo stesso Pirani battezza il secondo quarto con i due liberi del 25-13 e la salita si fa ripida per i salesiani. Che hanno comunque un moto d’orgoglio con Molinario, bravissimo a sfruttare a dovere un altro gioco a due dalle linee pulite.
La Ginnastica affretta un paio di conclusioni, la Crocetta non si fa pregare e rientra con una tripla in diagonale di Giordana e un’entrata dritto per dritto di Zennato: break di 0-7, 25-20 al 12’.
Dopo un giro di zona aggressiva, i ragazzi di Conti si riassestano a uomo e sul -5 hanno la palla in mano per ricominciare tutto da capo. Ma sull’ennesimo errore al tiro, perdono di nuovo la maniglia e con Fantolino e Pirani la Ginnastica si riallontana: 31-20.
Prevedibile e spuntata, la Crocetta perde altro terreno: Andreutti non trova fortuna in percussione e sul ribaltamento Akoua conquista un prezioso rimbalzo offensivo e realizza uno dei due liberi offerti dal fallo: 34-20 al 14’.
Sul -15 di Morandi, da tre, la Crocetta serra le fila e ha un nuovo sussulto. Perfetta circolazione per Possekel, libero sulle imperfette rotazioni difensive dei ‘ginnici’: ai tre il play somma poco dopo un terzo tempo in back door: 40-31 al 19’. In quel che resta dl primo tempo Celada e Fantolino riportano i padroni di casa in doppia cifra: 44-31.
Si gioca con grande impeto e a velocità elevatissime anche dopo la pausa e a trarne giovamento sono ancora i Reali: Zanellato da oltre l’arco li issa sul +16: 49-33.
La Crocetta accusa il colpo e neppure il passaggio a zona la rianima: il lungo di casa Passarino usa bene il perno e segna il 57-37.
Alla zona la Crocetta aggiunge il pressing dalla rimessa, maggiore attenzione sulle linee di passaggio e una ritrovata precisione, la Ginnastica si addormenta e di colpo cambia tutto nel giro di un paio di minuti: le conclusioni rapide di Possekel e Maino concretizzano un parziale di 2-16 con cui gli ospiti risalgono fino al -6: 59-53.
È la fase decisiva del match: i salesiani forzano per limare ancora il ritardo, la Ginnastica tiene, è cinica al punto giusto e con Pirani si rimette in due occasioni a +10: 65-55 al 29’.
In apertura degli ultimi dieci la Crocetta gioca il tutto per tutto: passaggio battuto di Zennato per Bonadio che va in gol da sotto, rimbalzo offensivo e canestro di Molinario per il 65-59.
Gli ospiti hanno la palla per ribaltare una volta per tutte l’inerzia, ma il piazzato di Possekel si infrange sul ferro. E come successo in precedenza, la Ginnastica è spietata: Petitti e Celada da tre puniscono l’attendismo della zona crocettina per tre volte di seguito: 74-62 al 34’.
Molinario non si arrende, la Ginnastica però non concede margine e colpisce in contropiede con Petitti, che spegne ogni velleità di rimonta salesiana. Il canestro in avvitamento di Pirani al 38’, 82-68 il risultato, scrive al sentenza anche se a cronometro mancando ancora due minuti.

GINNASTICA TORINO-DON BOSCO CROCETTA 86-74
Parziali: 23-13, 44-33, 65-55
GINNASTICA: Akoua 10, Fantolino 14, Pirani 18, Passarino 2, Petitti 7, Rua’, Orlando 6, Zanellato 6, Porcella, Morandi 3, Celada 20, Lacatena. All. Porcella.
CROCETTA: Valetti n.e., Cuccu 6, Molinario 23, Galluzzo, Andreutti 6, Possekel 11, Bonadio 4, Maino 19, Boeri, Magnocavalli n.e., Zennato 2, Giordana 3. All. Conti. Ass. Luetto e Bonelli.