Ripetere l’impresa della scorsa stagione, quando ai gironi Gold e, un paio di mesi dopo, ai Jamborée provinciali si qualificarono tutte le nostre formazioni Minibasket, non sarà per niente facile.
Ma i tre gruppi che disputano in questa annata sportiva i trofei Competitivi nelle varie categorie – 2008, 2009 e 2010 – ce la stanno mettendo davvero tutta per superare il primo turno.
Gli ESORDIENTI 2008 sono ad un millimetro dalla metà. È vero che domenica scorsa hanno sprecato il primo match-point, cedendo in casa al supplementare contro l’Area Pro 2020 Piossasco. Ma vantano un cospicuo vantaggio sulle quarta (4 punti) e hanno altre due cartucce da sparare.
Li attendono gli scontri diretti esterni proprio con le formazioni che li seguono e che hanno già sconfitto all’andata alla Ballin. Per tagliare il traguardo occorrerà vincerne una: magari già quella di domenica prossima alla Sisport. Nell’eventualità di risultato non positivo, resterà il ‘paracadute’ del recupero all’Oasi Laura Vicuna.
Situazioni più ingarbugliate tra gli AQUILOTTI.
Passando a Rivalta sabato scorso, i 2009 sono dentro alla rotta. A due giornate dalla fine, e con ben tre scontri diretti ancora da recuperare, la squadra di Selena Caputo è ben messa, anche se in piena lotta con Bea Chieri Nero, Eridania Blu e Alter Piossasco. Con l’Atlavir Rivalta, verso cui sono 2-0, non ancora del tutto tagliata fuori dalla volatona.
Con 5 punti sicuri (nel Mini viene attribuito 1 punto in caso di sconfitta) e 15 potenziali a disposizione, ma soprattutto per quello che sta facendo vedere in campo, la Crocetta ha grosse chance di ‘promozione’.
Il match casalingo di domani mattina con l’Oasi Laura Vicuna aprirà un autentico tour de force.
Altalenante fino a qui invece il rendimento dei 2010, che domenica prossima, contro la capolista Collegno, si giocheranno buona parte delle chance di accedere alla Gold.
La classifica alle spalle dei biancorossi dell’ex Querio, già sicuri del passaggio del turno dopo la vittoria di lunedì scorso al Kolbe, è aperta a tutte le soluzioni con (nell’ordine attuale) Kolbe, Crocetta, Auxilium ad Quintum ed Eridania Bianco, tutte nelle condizioni di qualificarsi.
Dopo il Collegno i gialloverdi di Stefano Ferrero si misureranno in trasferta con il Bea Chieri e poi nel recupero interno con l’Ad Quintum.
Tutto può succedere, anche perché, scontri diretti ancora da giocarsi a parte, il Bea Chieri, ormai tagliato fuori dalla lotta, è avversario tutt’altro che facile da affrontare e nelle ultime due giornate potrebbe portare via punti pesanti a chi lo precede.