Punti dal peso specifico elevato quelli che la Crocetta stacca a Novara in casa del Victoria.
Perché consentono ai salesiani di rimanere agganciati alla capolista Montalto, sul cui campo, pur non giocando la partita della vita, nel turno precedente erano andati ad un minuto dal colpaccio; perché conquistati al termine di una gara piena zeppa di insidie e trabocchetti, e contro un avversario esperto che propone a macchia di leopardo una vischiosissima zona; e infine perché arrivano in dote da una prova in cui lo spirito di adattamento sopperisce al pesante fardello dei falli e a qualche discontinuità tecnica.
Il Victoria parte a zona, la Crocetta investe qualche giro di lancette per realizzare quali possano essere le soluzioni ideali ad attaccarla: 6-4 al 3’.
L’operoso Gualdi assiste Boeri in contropiede, poi stoppa e apre una ripartenza per Pagetto, quindi colpisce da tre. I novaresi non fanno passi indietro e comandano con Bassi e Di Graci (tre): 13-12 al 6’. Però con il passare dei minuti la Crocetta trova nei suoi lunghi Boeri (4) e Galluzzo due terminali efficaci, anche di corsa, e si porta a condurre di qualche lunghezza con 3 di Valetti: 17-21
Nel minuto e mezzo che porta al 10’ il Victoria si sistema a zona e il punteggio si muove soltanto a cronometro fermo.
Cuccu subisce due volte fallo, nel primo caso non rilevato – e coach Tassone si fa sentire -, sul secondo invece concretizza il libero che fissa il 19-22.
Due recuperi di Gualdi segnano le fasi iniziali del secondo quarto: Cuccu e Magnocavalli li traducono i in 4 punti e la Crocetta si tiene sopra complice anche l’intensità tenuta costante dal solito tourbillon di cambi.
I novaresi ripassano a zona e inseguono: sul 21-26 del 13’ il quarto fallo di Boeri è la prima tegola di giornata per i gialloverdi.
Il tentativo di aggancio novarese è tamponato da un contropiede di Valetti fermato con un antisportivo: l’1 su 2 dalla lunetta non frena il Victoria, che ribalta il punteggio con un mini-break di 5-0 di Cardani e Lanza (bomba): 30-27.
Il pari è quasi istantaneo, dall’arco, per mano del chirurgico Valetti (5 su 10 il totale da lontano).
Un fallo sul tiro contro la 1-3-1 manda Magnocavalli a tirare 3 liberi: 2 vanno dentro. Pagetto, autore di una grande prova (9 su 14 da due) sfrutta il bonus e sempre dalla linea riporta su i salesiani al 18’: 33-34.
Il minuto successivo è tutto di marca sopite: Cuccu affonda il colpo per due volte da dentro, Valetti ci mette un altro tracciante al riposo la Crocetta vanta due possessi pieni in più: 36-41.
La sosta restituisce un match altrettanto spigoloso e ricco di falli. A farne le spese sono soprattutto i torinesi, alle prese con più di un fischio e con la conseguente necessaria gestione delle risorse. Nei primi 3 minuti la Crocetta paga dazio, va in bianco e si fa raggiungere: il 2+1 di Bassi è quello del 41-41.
Savoini rovescia ancora lo score: 43-41.
Per risintonizzarsi sull’onda i salesiani impiegano qualche minuto: li riporta in linea Valetti (altri 3) e Pagetto, con una pazzesca schiacciata in contropiede che sposta addirittura il canestro.
Il Victoria stavolta vacilla e l’mvp Pagetto lo mette nell’angolo: 47-54 al 27’.
La pesante situazione falli, oltre a condizionare la difesa ospite, è un fattore sul punteggio, visto che i novaresi ne approfittano per tirare liberi in sequenza: Di Graci fa 2 su 4 in pochi secondi e il Victoria è di nuovo a contatto: 53-54 al 29’.
Un antisportivo contro Novara apre la frazione numero quattro: Valetti segna solo uno un libero, ma Pagetto è pratico sul possesso addizionale: 53-59 al 32’.
Il quarto fallo di Galluzzo complica le cose e costringe la Crocetta a stringere ancora di più i denti e soprattutto le maglie.
Ripartenza di Valetti, che va fino al ferro, realizza e subisce fallo:sul 54-62 si chiude la gara di Galluzzo, out per falli. Non ne approfitta però il Victoria, anzi è proprio la Crocetta a piazzare lo spunto decisivo, ancora da un rapido ribaltamento di fronte: il 54-64 è di Caputo al 35’.
Meno lucida, la squadra di casa mette una toppa con Bassi, prima che Pagetto e altri 3 di Valetti portino i salesiani al massimo vantaggio sul 56-69 a 3 minuti mezzo dalla sirena.
Bassi non si arrende, i crocettini comunque non perdono la calma, tenendosi al largo da possibili pericoli nei 90 secondi conclusivi.
‘Abbiamo faticato soprattutto a gestire i falli, ma nel complesso una buona gara’, commenta soddisfatto coach Tassone.

VICTORIA NOVARA-DON BOSCO CROCETTA 66-76
Parziali: 19-22, 35-41, 53-56
VICTORIA: Manniello n.e., Di Graci 22, Leone 1, Bassi 18, Galzerano 4, Cardani 4, Lanza 10, Barbera 1, Savoini 4, Brisio 2. All. Campari.
CROCETTA: Valetti 20, Cuccu 9, Galluzzo 6, Caputo 6, Boeri 4, Magnocavalli 2, Salvadori n.e., Pagetto 21, Gualdi 8, Zennato, Unia n.e., Varetto n.e. All. Tassone, Ass. Luetto.