Sul campo del forte Cus, la Crocetta sconta l’emozione dell’esordio in campionato ma pure e soprattutto la superiore fisicità e l’aggressività di un avversario che fin dalle primissime battute di gara si dimostra al momento più pronto.
Con le unghie e con i denti, e con i canestri di Pini e Ingrosso, i salesiani si aggrappano ai padroni di casa e alla partita per 5 minuti, ma nella seconda metà del quarto inaugurale e poi per tutto il secondo soccombono in maniera netta, come dice il parziale di 26-6 che determina il totale di 53-22 dell’intervallo.
Decisamente meglio i ragazzi di Quagliolo e Caputo nella ripresa: la reazione è evidente e porta ad impattare la terza decina grazie ad una difesa più efficace e alle realizzazioni di D’Amuri e Cellino, che ne aggiunge ben 8 di fila nel -2 della quarta. Dopo il -31 del primo tempo un segnale positivo e di auspicio per una stagione che è appena agli albori.

CUS TORINO-DON BOSCO CROCETTA 84-51
Parziali: 27-16, 53-22, 72-41
CUS TORINO: Fontanarosa F. 11, Fontanarosa N. 22, Zarantino 9, Macis 13, Tuberga 4, Cappelletti, Nepote, Sorella 6, Reverso Peila 10, Saccani 4, De Virgilis, D’Abramo 5. All. Vialardi.
CROCETTA: Paulucci 2, Conti, Costantin, Mussa, Romano 8, Pini 9, Ingrosso 4, Cellino 18, D’Amuri 6, Chiarlo 2, Stefanini 2, Dionisio. All. Quagliolo, Ass. Caputo.