Trasferta insidiosa in terra alessandrina per i ragazzi di coach Tassone. Nell’insolito orario domenicale delle 21, la Crocetta è attesa a Novi Ligure da un avversario che in stagione ha vinto finora una sola volta ma nell’ultimo mese ha dato decisi segnali di crescita e pericolosità.
Eccezion fatta per la trasferta fuori portata dello scorso turno a Domodossola, sul campo della squadra in questo momento più ‘calda’ del girone, i novesi non hanno per niente demeritato, dopo le difficoltà di un rodaggio iniziale (6 i ko di fila) indotto dalle tantissime novità di organico.
Infatti tra le fila dei gialloblu si contano ben 10 giocatori in entrata nel corso dell’estate – 9 in arrivo dalla Pallacanestro Serravalle ‘96, uno dalla Pallacanestro Tortona – che si sono andati ad aggiungere ad alcuni ragazzi del vivaio delle annate dal 2001 al 2003 che stanno ancora svolgendo il loro apprendistato giovanile.
Nuovi anche i due tecnici che guidano la truppa, Caraccio e Valentini. Evidente quindi che per vedere i frutti del lavoro ci voglia tempo: ai due punti raccolti in casa, un po’ a sorpresa, contro il Gravellona, squadra di buona caratura, i novesi hanno fatto seguire due ko, ma contro il Victoria Novara, formazione che ha sconfitto la Crocetta un paio di settimane fa, non ci sono andati poi Lontano, facendo leva sul fattore-campo, così come è probabile faranno in occasione del match odierno.
Dal canto suo la Crocetta si presenta alla palla a due con un mini-record mensile di 1 vinta e 3 perse che non l’hanno comunque allontanata dalla zone alte della classifica: alla vigilia del decimo turno i salesiani sono quarti a pari punti con Domodossola e Borgoticino.
Ma al piazzamento è da guardarsi fino ad un certo punto; meglio invece pensare a rimediare alle ingenuità che di recente sono costante la posta in palio in più di un’occasione – compreso il derby di lunedì scorso alla Ballin con il Cus – e riscattarle con una prova di spessore tecnico e nel contempo di carattere e di energia. Altrimenti sarà dura anche contro gli ultimi della classe.