Serata all’insegna del tre per la Crocetta. La terza vittoria consecutiva matura grazie soprattutto alla precisione nel tiro da tre punti sulle insistite chiamate di zona del Tortona e vale il terzo posto in classifica in solitaria, almeno per 48 ore, cioè fino alle gare che vedranno protagoniste Domodossola e Montalto, le squadre che appaiavano i salesiani alla vigilia dell’11esima giornata.
Alla Ballin la Crocetta è davanti nel punteggio dal primo all’ultimo secondo, mette i due punti dalla sua già nella seconda meta del primo quarto e si concede un solo vero passaggio a vuoto in apertura della decina conclusiva, senza tuttavia correre eccessivi rischi.
Due minuti e gli ospiti vedono già le spalle dei gialloverdi: il 6-0 è chiuso di un contropiede Cuccu.
Tre di Mogni azionano Tortona, che presidia l’area con fisicità ed elude grazie alle continue percussioni i cambi difensivi avversari.
Nonostante l’1 su 4 ai liberi di Campeggi, gli alessandrini arrivano al pari con Maldino, da sotto, dopo una veloce ripartenza.
La Crocetta fa poco movimento senza palla per insidiare la 2-3 e ci sbatte il muso contro, senza percentuali e senza andare a caccia di opportunità di rigiocata.
Tortona per contro a rimbalzo offensivo ci va con Grattarola: sul fallo, solo il secondo libero va a referto ma al 5′ la distanza è minima: 8-7.
Il successivo spunto salesiani è di fatto quello che decide la gara: nasce dalla lucidità di una difesa che raddoppia con sensata aggressività e anticipa con il giusto timing, mischia uomo e zona anche nella stessa azione, usa corpo ed atletismo e ispira ficcanti ribaltamenti a ritmo sostenuto che i sono tradotti con precisione a canestro.
Boeri stoppa e sul rovesciamento di fronte Magnocavalli infila la prima delle 7 bombe torinesi. Zennato fa saltare il marcatore, segna e ci aggiunge il libero. Ancora Boeri, in gancio, da sinistra: 16-9 all’8′.
Tortona si allunga in pressione, ma il vento è dalla poppa della Crocetta: doppiaggio di Galluzzo, che poco più tardi recupera ed assiste per la sgroppata di un indisturbato Gualdi: 20-9.
La striscia rimane aperta perché la consistenza offensiva tortonese nel frangente è pari a zero.
I salesiani invece interpretano alla grande qualunque situazione e con Ugoccioni in chiusura di primo quarto e un tracciante di Gualdi nelle primissime battute del secondo scappano fino al 25-9 (totale 11-0).
Gli sbilanciamenti ospiti aprono campo alla corsa dei crocettini, anche se il 27-12 del 12′, sempre di Ugoccioni, arriva contro la difesa schierata, con il classico movimento in post del lungo verso il ferro.
Dopo qualche conclusione un po’ affrettata, i ragazzi di i Tassone affondano il piede sull’acceleratore per un’altra staccata decisa, beneficiando dell’incontrastato dominio a rimbalzo difensivo: Zennato inventa una tripla allo scadere dell’azione, poi colpisce dallo smile per il 32-15.
Tortona difende ancora una volta quasi fin sulla sirena, Magnocavalli però fa saltare l’arrocco con il missile del 35-17.
Le alternanze delle opzioni difensive avversarie disorientano i bianconeri ospiti, che sbagliano conclusioni facili e senza contrasto e nei 3 minuti che precedono il riposo scivolano per tre volte a -18.
Magistrale la circolazione salesiana che Cuccu finalizza per il 41-21.
Tra il 21’ e il 23’ altre due bombe, di Magnocavalli e Gualdi, zittiscono l’abbozzo di rimonta tortonese: 47-27.
Come capitato già in numerose altre occasioni, il vantaggio annacqua la Crocetta: sbaglia un po’ qui, sbaglia un po’ là, qualche tiro fuori ritmo e scarsa mira, e il distacco non è più così consistente.
Il 47-31 permane per 3 minuti abbondanti, con Tortona a graziare a più riprese le banali perse dei crocettini, che si rimettono comunque in marcia con Cuccu, Ugoccioni e due liberi di Valetti: 54-33 al 29′.
Quel che resta sembra una discesa dritta e priva di buche. ma i torinesi si addormentano per qualche istante e si complicano un po’ la vita.
Campeggi segna due coppie di liberi, Mogni da lontano, Nizzola idem fa il bis, con la decisiva collaborazione della tabella e lo 0-13 dà uno scossone ad una storia che sembrava già fatta e finita: 54-47.
Bravi i torinesi a ritrovare in fretta la lunghezza d’onda: salutare entrata centrale con appoggio alla tabella di Magnocavalli, penetrazione di Zennato, rimbalzo offensivo di Cuccu, il Tortona forza per rientrare e si pianta di nuovo, con Magnocavalli che manda in loop i titoli di coda con il 66-47 del 38′.
Nei secondi conclusivi arrivano anche i primi punti in campionato di Varetto, autori dei due liberi del 70-52.

DON BOSCO CROCETTA-PALLACANESTRO TORTONA 70-52
Parziali: 22-9, 41-23, 54-34
CROCETTA: Valetti 5, Cuccu 13, Ugoccioni 8, Galluzzo 2, Caputo 2, Boeri 4, Magnocavalli 16, Gualdi 8, Zennato 10, Varetto 2, Del Balzo. All. Tassone. Ass. Luetto.
TORTONA: Maldino 4, Nizzola 6, Tava, Grattarola 5, Mogni 18, Emanuelli, Campeggi 9, De Nicolò G. 2, Zanchetta 2, De Nicolò L. 6. All. Da Ros.