All’andata alla Ballin, lo scorso 11 ottobre, la Crocetta s’impose nettamente. Quasi 30 i punti di scarto. A quella vittoria i salesiani hanno poi dato seguito stazionando per molte settimane nelle zone alte della classifica del girone A.
Alla vigilia della seconda di ritorno dopo la doppia sconfitta interna con Reba e Gravellona, i ragazzi di coach Tassone occupano la quinta posizione, a pari punti proprio con il Gravellona e il Basket Club Novara (ma davanti ad entrambe in virtù degli scontri diretti).
Il ritardo dal quarto posto è di soli due punti, dal secondo di 4, mentre Il vantaggio sulla nona, il Victoria Novara, è al momento di 5 punti (i gaudenziani sono stati penalizzati e per questo motivo hanno un punteggio dispari). Come dire che i prossimi 2-3 impegni potrebbero rivelarsi un vero e proprio spartiacque: fino a qui i crocettini hanno espresso potenzialità adeguate per chiudere tra le migliori 8 e giocare i playoff; ma, poiché tra il dire e il fare c’è sempre di mezzo il …campo, solo quello sarà il vero e supremo giudice del loro destino.
I padroni di casa del Galliate sono invece 11esimi, a 8 punti come la Pallacanestro Tortona, in piena zona playout, ma anche a due sole partite da quella playoff. Con altri 24 punti a diposizione, tutto può ancora accadere.
Negli ultimi 8 turni i biancoverdi novaresi hanno vinto in una sola occasione, due settimane fa con il Tortona, ma hanno sfiorato il colpaccio prima di Natale in casa del Reba e tutti i punti totalizzati li hanno guadagnati in casa, dove hanno messo al tappeto anche formazioni che li precedono come Victoria e Borgo Ticino.
Un doppio campanello d’allarme che dovrà esser di monito per la Crocetta che alle ore 18 al palasport di Via Custoza troverà di sicuro pane per i propri denti. L’entusiasmo per la ritrovata vittoria in Under 18 Eccellenza sarà di aiuto ma da solo non basterà.