Le’ grandi’ del campionato esaltano ancora una volta la Crocetta, che alla Ballin fa sudare la Pallacanestro Vado anche qualche camicia in più rispetto alle sette proverbiali.
Il presidente crocettino, Roberto Romagnoli, elogia la prova dei suoi e parla di ‘un risultato che ci sta stretto, molto stretto. Una prova di grande cuore, contro una squadra molto forte che ha rischiato grosso. Un vero peccato per i ragazzi e i coach, che erano arrivati a sentire il profumo dell’impresa’.
Partiti con un po’ di timore riverenziale, i gialloverdi rincorrono fin da subito, ma sono bravissimi a rimanere con tutti i due piedi dentro alla partita: dietro di 8 alla prima sirena e di 11 alla seconda, pur subendo la superiore fisicità avversaria – soprattutto sotto la propria tabella, dove si concede a più riprese alle rigiocate (ben 16) -, la Crocetta inizia a rosicchiare parte dello svantaggio nella terza frazione e completa la rimonta in prossimità della fine grazie ad un grande entusiasmo di squadra e alle giocate di Leone (14+13 rimbalzi) e del ritrovato Lissiotto (17, 6/8 al tiro, con 3/3 da tre).
Il sorpasso arriva da tre, firmato Magnocavalli: 74-73. Mancano 100 secondi e sono tutti del Vado: la Crocetta non segna più, Anaekwe e Tsetserukou in area, Lo Piccolo dalla lunetta (anche se fa solo 2/4) consentono ai liguri di scampare il pericolo.
Grazie ai due punti, il Vado riaggancia la vetta della classifica, che condivide con la Pallacanestro Varese (rinviata la gara interna con l’Auxilium) e Campus Piemonte Moncalieri.
La Crocetta rimane a quota 20, in piena corsa per un prestigiosissimo quinto posto.

DON BOSCO CROCETTA-PALLACANESTRO VADO 74-79
Parziali: 14-22, 27-38, 51-57
CROCETTA: Valetti 8, Cuccu 2, Leone 14, Galluzzo, Lissiotto 17, Possekel 8, Romagnoli n.e., Boeri 4, Magnocavalli 3, Pagetto, Gualdi 12, Caputo 5. All. Tassone.
VADO LIGURE: Jancic 8, Cito 2, Pesce 2, Franceri n.e., Lo Piccolo 21, Pintus 3, Brignolo 10, Anaekwe 14, Tsetserukou 17, Cirillo 2. All. Imarisio.