Il ritorno graduale alla normalità ha ancora confini piuttosto sbiaditi.
Qualche certezza comunque esiste: le gare in programma oggi e domani sono state rinviate, mentre, secondo quanto disposto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri promulgato ieri, ci si potrà allenare con qualche restrizioni in meno rispetto alla scorsa settimana.
Tra le partite indirizzate verso un’altra data anche quella odierna dell’Under 18 Eccellenza alla Ballin contro la Pallacanestro Varese e quella che domani avrebbe visto l’Under 14 Elite impegnata, sempre in casa, contro la Granda College Cuneo nella fase per il titolo.
Il numero degli incontri crocettini in cerca di una nuova collocazione cresce ulteriormente e rende ancora più ardua la riscrittura dei calendari delle varie categorie, dalla C agli Scoiattoli.
Nella speranza che le aperture normative delle ultime ore non trovino poi ostacolo o addirittura contrasto nella contingenza di una realtà (di persistente emergenza) che rimane l’unica vera linea guida.
Il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, ha chiarito che solo nella giornata di martedì deciderà se il giorno successivo si potranno riaprire le scuole.
Sulla scorta, il Presidente del Comitato Fip regionale, Gianpaolo Mastromarco, ha chiosato sulla sua pagina Facebook: ‘Siamo nuovamente in una situazione di reale incertezza su ciò che accadrà. Sugli eventi sportivi, Cirio non ha chiarito nulla e dunque credo che per ora non abbia potuto prendere alcuna decisione in merito. Attenderemo tutti insieme gli sviluppi’.
Con gli altri lo faremo anche noi, e appena ne sapremo di più vi comunicheremo le nuove coordinate dell’attività agonistica.
Nell’attesa, oggi si rimetteranno in moto Under 16 Silver, Under 14 Elite e Under 14 Regionale; Under 18 Eccellenza/D e Under 15 Eccellenza daranno seguito al lavoro avviato nei giorni scorsi. Martedì 3 marzo rivedrà sul parquet anche l’Under 13 Elite e in serata la Prima squadra.
Da giovedì dovrebbe riprendere pure il Minibasket, ma il condizionale è qualcosa di più che una semplice precauzione lessicale.