Il primo stop stagionale per i 2005 arriva nello scontro diretto contro il Campus Piemonte giocatosi all’Einaudi di Moncalieri.
Prima decina di gran qualità, nel complesso lo è comunque tutta le gara, tesa e vibrante ma pure ricca di spunti tecnici di pregio. Alla gran pressione dei padroni di casa, i crocettini replicano con piazzamento difensivo, reattività, rapidità di esecuzione e intraprendenza in avanti, dove, a cercare il pelo nell’uovo, difetta un po’ la precisione nella misura.
Il punteggio si dipana per tutto il periodo sul punto a punto: il Campus chiude sul +3, poi colpisce da lontano in avvio di secondo round portandosi per due volte sul +4.
I gialloverdi sfruttano il taglia-fuori e i rimbalzi difensivi per ribaltare il fronte in velocità, ma non incidono.
Nella fase centrale del periodo è soprattutto la maggiore fisicità difensiva del Campus a fare la differenza: la Crocetta si perde un po’, non riesce più a trovare la via del canestro ed è costretta alla rincorsa: sul 29-20 del 15′ il Campus ha più volte la palla per la fuga, fallisce tutte le occasioni e dà una mano alla risalita degli ospiti, bravi per conto loro a rimanere sul pezzo, aggirare il momento di difficoltà e a raccogliere falli e segnare tiri liberi in serie.
La gara si mantiene su livelli molto alti di espressione tecnica e la Crocetta ci mette molto del suo, accorciando punto su punto fino al pareggio del 19’: 33-33.
Il Campus riparte forte e con un parziale di 7-2 costringe di nuovo gli ospiti alla rincorsa.
Ancor una volta, la Crocetta stringe i denti, non si scompone e nel giro di un minuto si riaccoda: 44-41.
Altro strappo dei locali, che raggiungono il +9 sul 50-41. Con grandissima generosità ma anche con giocate di squadra di buona fattura, la Crocetta ribatte colpo su colpo e tira l’elastico: 52-47. Pure quando, sul 60-49, il Campus sembra trovare lo spunto buono, i ragazzi di Grattini e Tassone scaricano a terra le risorse e le necessarie per tenere botta: 60-54.
Nell’ultimo minuto del quarto ennesimo tentativo del Campus: 66-54. La ribattuta c’è e a 8′ dalla fine la gara sembra non aver ancora detto tutto.
Sul 68-61 però la formazione ospite poco può sulla nuova decisa progressione del Campus. Imprecisa al tiro, la Crocetta forza per starci dentro, segna in pratica solo a cronometro fermo e scivola inesorabilmente all’indietro, fino al 86-69.
Alla lunga la differenza-canestri potrebbe anche avere un peso e i gialloverdi provano in tutti i modi a limitare i danni. Tra un time-out e l’altro ci riescono con un break di 0-7 che accorcia il passivo a 10 punti.
E’ stata una bella partita per merito di entrambe le squadre, che hanno saputo anche gestire l’attesa di un inizio ritardato – commenta coach Marco Grattini -. Dispiace che la qualità tecnica e l’impegno fisico messi in campo con determinazione non siano stati ancora sufficienti ad ottenere un risultato favorevole, ma dobbiamo essere consapevoli della qualità della prestazione complessiva, che è stata evidente’.
‘I parziali dicono che c’è stata gara vera per quattro quarti contro un avversario molto completo e profondo a cui è davvero difficile trovare difetti’.
In questa stagione strana e corta, l’obiettivo è di completare, negli spazi di attività disponibili, il pieno recupero di tutti i ragazzi e di prepararci a disputare le prossime partite con la consapevolezza di poter ulteriormente maturare sotto gli aspetti tecnici, fisici, di intenzione e di attenzione che potranno rendere la squadra nel suo complesso ancora più efficace e più completa. Come sempre, le risposte si troveranno in palestra’, conclude il coach gialloverde.

NOVIPIÙ CAMPUS PIEMONTE-DON BOSCO CROCETTA 86-76
Parziali: 19-16, 37-35, 65-56
CAMPUS: Moretti 9, Girardo, Puccio ne, Pedron 10, Lunardi 6, Pizzaia 16, Minasi, Baldi 27, Gallo 10, Greganti, Amadu 8, Bollito. All. Danna.
CROCETTA: Trogu 16, De Mita 2, Balma 7, Besostri n.e., Cellino 10, Cian 10, Costagliola n.e., Gallino 1, Romagnoli D. 7, Romagnoli E., Savarino 23, De Girolamo n.e. All. Grattini, Ass. Tassone.